Promozioni
Notizie Flash
Il Consulente Sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri edili.

La formazione e l'attività professionale.

Per iniziare un corso in FaD integrata

chiamare il 339.7626301

o contattaci via mail

Corsi integrati
Formazione a Distanza Integrata
Siti Correlati
Banner
Banner
Banner
Banner

SORVEGLIANZA, CONTROLLO E MANUTENZIONE IDRANTI.

NORMA UNI 671/3-D.LGS 81/08 E SS.MM. SORVEGLIANZA, CONTROLLO E MANUTENZIONE IDRANTI A NORMA UNI 671/3: GIUGNO 2009 – CORRETTIVO AL T.U. D.LGS 106/09 in vigore dal 20/08/2009 In ottemperanza all’entrata in vigore del D.Lgs 106/09 correttivo del D.Lgs 81/09 TESTO UNICO e di revisione della norma UNI EN 671-3 GIUGNO 2009 si evidenzia la necessità per le unità produttive di: 1. Sorveglianza da parte del Responsabile: Controlli regolari di tutti i naspi antincendio ed idranti a muro devono essere effettuati da parte del Responsabile(DATORE DI LAVORO), o da persone da lui delegate, ad intervalli regolari in funzione di fattori ambientali e del rischio d#incendio per accettarsi che ogni naspo o idrante: a) sia collocato nel posto designato; b) sia accessibile senza ostacoli, sia visibile chiaramente ed abbia istruzioni d#uso leggibili; c) non sia evidentemente difettoso, non presenti segni di corrosione o perdite. La persona responsabile deve provvedere a far eliminare immediatamente le anomalie riscontrate. 2. Documentazione dei naspi antincendio e degli idranti a muro Al fine di verificare la conformità al progetto dell#installazione dell#impianto di naspi di idranti, la persona responsabile deve conservare una planimetria riportante l#esatta ubicazione delle attrezzature ed i dati tecnici dell#impianto. 3. Controllo e manutenzione annuale Il controllo e la manutenzione devono essere eseguiti da Ditte abilitate e da persona competente. 4. Controllo periodico e manutenzione di tutte le tubazioni Ogni 5 anni tutte le tubazioni devono essere sottoposte alla massima pressione di esercizio come specificato nelle norme 671-1 c/o 671-2. 5. Registrazioni dei controlli e delle manutenzioni: Dopo ogni controllo ed annotazione delle necessarie misure correttive, ogni naspo antincendio ed ogni idrante a muro devono essere marcati "REVISIONATO" dalla persona competente. La persona competente dovrà riportare in un registro permanente ogni ispezione, controllo e collaudo. RSPP ING.AVANZATO SALVATORE